Chiamaci +39 0923.948220

Servizi per le Aziende & Soluzioni per il WEB

Le patenti di guida delle categorie A e B sono valide 10 anni, fino al compimento del 50° anno di età. Se sono state rilasciate o confermate a persone che hanno superato i 50 anni di età, la loro validità è limitata a 5 anni.

Tutte le altri patenti, comprese quelle speciali, sono valide 5 anni, a meno che siano rilasciate o confermate a chi ha superato i 70 anni; nel qual caso, sono valide per 3 anni.

Un regime particolare, con accertamenti medici intermedi più ravvicinati, vige per coloro che, di età superiore a 60 o 65 anni, intendano guidare autobus o autocarri/autotreni di massa complessiva superiore a 3,5 tonnellate.

La patente D è valida solo fino al 65° anno di età.

Quindi riepilogando la patente va rinnovata nei seguenti termini:

  • tra i 18 e i 50 anni ogni 10 anni.
  • tra i 51 e i 70 anni ogni 5 anni.
  • tra i 71 e gli 80 anni: ogni 3 anni.
  • oltre gli 80 anni: ogni 2 anni.

A seguito della visita con esito positivo, l'autorità sanitaria rilascia un certificato medico con il quale si può guidare in Italia ma non all'estero. 

Mettersi alla guida con la patente scaduta fa scattare la multa da € 160 ad € 644, oltre alla sanzione accessoria del ritiro della patente. Inoltre, in caso di incidente stradale la copertura assicurativa non opera.

In caso di ritiro del documento di guida, la persona dovrà, entro dieci giorni, sottoporsi alla visita medica per il rinnovo della patente, e poi con il certificato medico recarsi dalla polizia per riavere il documento di guida. Qualora i dieci giorni siano trascorsi, ci si dovrà invece recare presso l’ufficio patenti della prefettura, con il certificato medico attestante il rinnovo.

La patente scade alla data del compleanno

Sarà più facile ricordare quando rinnovare la patente di guida: la scadenza del documento ora corrisponde alla data del compleanno del conducente.

Dal 17 settembre 2012, infatti, in occasione della visita di conferma di validità della patente o del primo rilascio delle categorie indicate dalla Normativa, la prossima scadenza verrà fatta coincidere con il giorno e mese di nascita del titolare immediatamente successivi al termine di validità ordinario previsto dal Codice della strada.